2016 – lambda print on fujitrans, metal, glass, led – variable dimensions

Il paesaggio che si mostra dinanzi a noi è immutabile nella sua stasi perenne, escludendo che l’intervento dell’uomo lo devasti e gli dia una nuova dimensione antropica. La luce che si accende dietro a ciascun habitat “puro” è un campanello d’allarme che si apre sul nostro modo di intervenire sulla natura. Il buio, lo stacco netto sullo scenario singolo, è l’incognita, la rapida trasformazione che da un momento all’altro la natura può subire, in silenzio.

The landscape that shows itself before us is immutable in its perpetual stagnation, excluding human intervention and consequent devastation. The light behind each “pure” habitat is an alarm bell that shows the way we intervene in nature. The darkness, the sharp cut on every single scenario, is the unknown, the rapid transformation that nature can suffer at any moment in silence.